TGH software creazione siti web su Facebook   TGH software creazione siti web su Twitter   realizzazione siti web l'aquila YouTube Icon  assistenza informatica l'aquila
News TGH Software - Azienda informatica L'Aquila - software gestionali, sviluppo siti web, seo, assistenza informatica
NEWS

Il futuro sta arrivando: Stephen Hawking & Co annunciano la rivoluzione dei viaggi spaziali!

News pubblicata il 13/04/2016

Ieri 12/04/2016, dall’ultimo piano del grattacielo più alto d’america, Stephen Hawking, Yuri MIilner e altri scienziati e luminari hanno annunciato in mondovisione il loro progetto incredibile chiamato "Breakthrough StarShot".

Finalmente abbiamo la probabile soluzione al problema dei viaggi interstellari. Ad oggi l’esplorazione dell’universo è molto limitata, le distanze sono enormi e inimmaginabili dal punto di vista del tempo. Se pensiamo che solo per raggiungere i confini del nostro sistema solare la sonda Voyager 1 ha impiegato ben 40 anni, e siamo appena fuori il sistema solare! L’obiettivo del progetto è quello di raggiungere la stella Alpha Centauri, la stella più vicina a noi, che con la nostra tecnologia attualmente richiederebbe un tempo di 30.000 anni.

Il Progetto Breakthrough StarShot si propone di inviare piccoli dispositivi ad enormi velocità. La nave spaziale NanoCraft sarà composta da un chip delle dimensioni di un francobollo (StarChip) guidato da una "vela" (Light Sail – vela luminosa). La nanosonda robotica, completa di telecamere, propulsori fotonici, batterie, sistemi di navigazione e comunicazione, non sarebbe più grande di un francobollo e potrebbe essere prodotta al costo di un iPhone. Centinaia o migliaia di laser situati sulla Terra spingeranno la nave ad una velocità che raggiungerà il 20 percento della velocità della luce e cioè ben 216 milioni di km orari. Questo significa che mentre ora per raggiungere Plutone impieghiamo più di 9 anni, con Starshot solo 3 giorni!!!

Così, la mini nave spaziale raggiungerà Alpha Centauri 20 anni dopo il lancio, il che significa un viaggio di mille volte più veloce di qualsiasi nave attuale. Il Progetto Starshot ha un budget di 100 milioni di $, e avrà anche la partecipazione del fondatore di Facebook Mark Zuckerberg. Soltanto la fase ingegneristica del progetto richiederà diversi anni di sviluppo. Gli scienziati pensano che il sistema Alpha Centauri possa anche avere mondi dove possa esserci vita extraterrestre e la "NanoCraft" avrà il compito di inviare immagini sulla Terra per provare, in modo incontrovertibile, che "non siamo soli". La missione genererà, secondo il suo promotore, tanti dati in un giorno come i progetti SETI in un anno. In questo senso, l’idea del miliardario russo ha il sostegno di esperti come Frank Drake del SETI.

Insomma, Le sfide aperte sono moltissime: si va dal costruire una distesa di antenne laser a costruire una navicella madre che possa condurre in orbita migliaia di nanosonde, fino al superamento di ostacoli come la perturbazione dell'atmosfera terrestre e lo scontro con le polveri interstellari. Per questo gli scienziati hanno scelto di pubblicare online tutti i loro dati, e avvalersi dei benefici della condivisione di conoscenze open source.

L'obiettivo è ambizioso e sfaccettato: individuare eventuali esopianeti abitabili, esplorare gli asteroidi o ancora studiare più a fondo i corpi celesti del Sistema Solare. Nulla toglie che le nanosonde possano essere spedite anche più vicino (o più lontano).

Ci siamo quasi, il futuro sta arrivando.


sviluppo siti web l'aquila
creazione siti web l'aquila tgh software




APP PER SMARTPHONE: Conviene svilupparne una per la propria azienda?

News pubblicata il 07/04/2016

L’espansione inarrestabile dei dispositivi mobile, tablet, smartphone, smartwatch, in grado di operare e ricevere informazioni tramite applicazioni "App", rappresenta oggi una vera e propria opportunità per le aziende, una nuova possibilità anche in termini di Marketing.
Sempre più imprese sono presenti negli store con la propria applicazione mobile, altre sono alla ricerca dei metodi per la realizzazione di App personalizzate, sia per dotare la propria forza vendita di strumenti innovativi sia per fidelizzare i propri clienti

COSE DA SAPERE

Cominciamo subito col dire che ogni piattaforma e sistema operativo utilizzato (Android, Apple iOS, Windows mobile), richiede competenze specifiche per la creazione di applicativi per smartphone e tablet. Android e iOS (sistema utilizzato da iPad e iPhone) utilizzano standard molto diversi sia per la creazione, funzionamento sia per l’implementazione della stessa app nello store. Per creare applicazioni dedicate ma soprattutto funzionali, è importante affidarsi ad un’azienda che sappia sviluppare prima di tutto l’architettura usabile dell’applicazione (mobile oriented) ma soprattutto che sia in grado di inserirla nei canali (store online – sito Web aziendale) per informare gli utenti dell’esistenza dell’applicativo. Non ha molto senso creare un App se poi nessuno la conosce.

PERCHE' REALIZZARE UN APP DELLA PROPRIA AZIENDA?

A questa domanda, rispondono i numeri e le statistiche: ben oltre un milione di applicazioni disponibili su iTunes, e quasi un milione e mezzo di applicazioni sul mercato Android. Questo ci fa capire come sia importante sfruttare le possibilità offerte dal Mobile Marketing.
Per emergere in questi numeri è necessario affidarsi ad un’azienda di sviluppo in grado di creare App partendo da una buona idea, anche molto semplice purché venga pensata essenzialmente sull’utilità per l’utente; ad esempio:
• Realizzare un’applicazione per la distribuzione dei propri comunicati e news
• App per la comunicazione delle offerte speciali ai clienti
• App per la comunicazione di eventi, corsi o incontri
• Sviluppare un’applicazione catalogo per la forza vendita
• App per i menù dei ristoranti ecc…

QUANTO COSTA REALIZZARE UN'APPLICAZIONE MOBILE?

Non esistono prezzi “standard”, perchè il costo di un’app mobile dipende da moltissimi fattori, per elencarne solo alcuni:
• Il concept esiste già? E il nome?
• Esiste un’infrastruttura web di supporto?
• Cosa deve fare?
• Si tratta di un’app per l’acquisto online o no?
• Dove pubblicare? Su uno o più store?
• Solo smartphone o anche tablet?
• Servono notifiche push?
• Vuoi anche promuoverla?

Insomma, risulta chiaro come attualmente un App può aumentare non solo il prestigio di un azienda/prodotto o servizio che sia, ma anche contribuire notevolmente alla visibilità e all’acquisizione di nuovi clienti e fidelizzazione dei correnti.
Sicuramente ci si ritrova spesso in contesti abbastanza complessi, e per questo c’è bisogno di un elevata competenza professionale per raggiungere gli obiettivi e far si che le risorse impiegate (sia economiche che di tempo) portino a dei buoni risultati. Affiancare delle attività di marketing e posizionamento nei motori di ricerca è indispensabile ad esempio.

La T.G.H. Software sviluppa applicazioni mobile per tutti i dispositivi e i sistemi operativi in commercio, e si occupa anche della visibilità, marketing, posizionamento e di tutti gli aspetti che ruotano intorno ad essi. Per informazioni e preventivi non esitate a chiedere; nella sezione CONTATTI potete chiere qualsiasi cosa.

Condividi su Facebook

azienda creazione app mobile l'aquila
sviluppo applicazioni per smartphone l'aquila




Visibilità su internet: è sufficiente avere un sito web?

News pubblicata il 30/03/2016

Per aumentare la visibilità della propria azienda è diventato ormai fondamentale avere un proprio sito web. Negli ultimi anni questo strumento sembra non essere abbastanza. Con l’aumento esponenziale della presenza sul web la competizione si è fatta veramente ardua: è stato constatato che per un dato contesto commerciale (in una situazione ottimale) solo il 10% dei siti web è visibile su Google. Il 90% dei siti non è visitato e non perché non interessa, ma perché non c’è o ha un cattivo posizionamento. Ma cosa significa?

Le statistiche fornite da Google indicano che in media, il 71,33% dei click avviene sui risultati presenti nella prima pagina; la seconda e la terza assieme, ottengono solo il 5,59% dei click. Da notare che i primi 5 risultati prendono il 67,60% di tutti i click, mentre quelli dalla 6° alla 10° posizione solo il 3,73% (poco meno di tutti i click della seconda pagina).
Quindi per avere qualche possibilità che gli utenti del web visitino il proprio sito web è necessario, per determinate parole chiavi di ricerca, essere presenti in prima pagina o al massimo in seconda o terza.
Questo è possibile innanzitutto con un attenta e specifica attività di SEO (Search engine optimization), cioè l’ottimizzazione del sito per i motori di ricerca che permetta poi di svolgere altre procedure come SEM (Search engine marketing), SMM (Social media marketing) e tutta una lunga serie di attività che mirano ad ottenere un buon posizionamento del proprio sito web nei risultati di ricerca di Google e altri motori (Bing, Yahoo ecc.).
Siamo nell’era del digitale e di internet. Una grande fetta dell’acquisizione di clienti e l’aumento del giro d’affari passa per il web....ma soprattutto per le prime tre pagine dei risultati di ricerca. Posizioniamoci lì e il gioco è fatto!

La T.G.H Software svolge attività di SEO e posizionamento, sia insieme alla creazione del sito web che su siti già strutturati. Anche dopo lo sviluppo e l’implementazione si continua a seguire i clienti per l’ottimizzazione e per mantenere una buona visibilità.

Per maggiori informazioni cliccate qui oppure effettuate una richiesta dalla sezione CONTATTI.

Condividi su Facebook

seo l'aquila
posizionamento prima pagina google l'aquila




Emergenza Cryptovirus per le aziende: prevenire è meglio che curare!

News pubblicata il 01/03/2016

Gli antivirus arrancano nel caso della famiglia di virus crypto perché continuano a essere basati sul principio della ricerca del campione. Principio che non funziona più con le infezioni moderne perché questi ultimi eseguono azioni diverse in base alla location, il che rende più difficile la vita del produttore di antivirus. I virus di oggi attivano, infatti, componenti in maniera casuale, cioè si comportano in maniera diversa da installazione a installazione; oppure rimangono dormienti fino al verificarsi di un determinato evento. Ma riescono anche a individuare il tipo di antivirus installato sulla macchina, ovvero il virus capisce chi sta cercando di contrastarlo e si comporta di conseguenza. Possono poi infettare dei processi regolari di Windows in modo da nascondersi all'interno di questi processi e non essere così individuati dall'antivirus. In questi casi non è associato un preciso file al virus, ma quest'ultimo va a utilizzare un file o un processo di Windows modificato, procedura che viene chiamata negli ambienti informatici hijack.

Le aziende sono bersagliate di continuo e le ultime sofisticate varianti di questi ransomware sono in grado di entrare nella rete e di criptare i dati archiviati nei server in pochi minuti", si legge in un resoconto di IKS, azienda di consulenza specializzata nell’ambito della sicurezza informatica. Nell’ultimo mese IKS ha analizzato più di venti milioni tra siti internet visitati ed email ricevute dai propri clienti, scoprendo come di quest’ultime ben il 65% fosse spam e il 20% contenesse stringhe malevole o rimandasse a siti ad alto rischio. Nell’ultimo anno inoltre, su decine di milioni di messaggi analizzati, IKS ha rilevato la stessa tendenza: il 40% delle email sono risultate essere spam, delle quali l’1.7% conteneva malware di tipo ransomware-Cryptolocker. Si rimarca come a due anni dalle prime segnalazioni di questo tristemente famigerato malware il pericolo è tutt’altro che debellato e sembra che la maggior parte delle aziende non abbia ancora trovato le giuste contromisure, continuando ad infettarsi e propagando le infezioni orizzontalmente a tutti i reparti

Di seguito mostrariamo un video creato e gentilmente concesso dalla redazione di Hardware Upgrade Italia, su cosa succede nel caso il proprio PC venga infettato da un ransomware, nello specifico nella variante Cryptowall. I virus di questo tipo sono molto efficaci nell'espandersi nell'intera rete aziendale, quindi per evitare contaminazioni di questo tipo abbiamo installato una Virtual Machine e provveduto al collegamento tramite un dongle 4G. E' stato procurato un eseguibile contenente il cryptovirus e hanno provato a lanciarlo in presenza di Windows Defender. In queste condizioni l'antivirus ha subito rilevato la presenza del cryptovirus e bloccato l'esecuzione, per cui, in modo da infettare il computer. Si è provveduto nella rimozione della protezione Real-Time di Avira e disabilitare Windows Defender. Si ringrazia Hardware Upgrade Italia per la concessione del video e delle informazioni di condivisione.

Per problemi di protezione da virus e sicrezza web/dati non esitate a contattarci. Nella sezione CONTATTI il form di richiesta e preventivi.





Condividi su Facebook

Chi Siamo
Cryptolocker

azienda software gestionali l'aquila
La T.G.H. Software realizza e distribuisce software gestionali multi piattaforma per piccole e medie imprese (PMI), aziende di servizi e attività commerciali.


creazione siti web
Assistenza Tecnica informatica l'aquila
Tecnici qualificati forniscono servizi di assistenza tecnica on-site hardware e software su sistemi ad alta produttività, sistemi di stampa e reti. 


fornitura stampanti computer server l'aquila
azienda sicurezza web l'aquila
La T.G.H. oltre a progettare, realizzare e gestire siti web , fornisce consulenze e soluzioni per migliorare la sicurezza informatica della vostra infrastruttura.

assistenza internet l'aquila
Distribuzione hardware l'aquila
Una vasta gamma di prodotti hardware e software di prestigiosi brand internazionali è presente nel nostro listino di distribuzione.



fonitura server stampanti plotter l'aquila


HOME  ::  PRODOTTI  ::  SERVIZI  ::  PARTNER  ::  CHI SIAMO  ::  NEWS  ::  CONTATTI  ::  PRIVACY e COOKIE

© Copyright 2018 - TGH Software